Gioielli in resina: perché acquistarli e come pulirli

Gioielli in resina caratteristiche come pulirli

Tradizionalmente utilizzata nelle vernici e negli adesivi, la resina è diventata un materiale molto in voga in diversi settori legati all’artigianato, compreso il mondo dei gioielli. Scopriamo insieme cos’è la resina, quali sono i suoi vantaggi e come pulire i gioielli in resina per preservarne durata e lucentezza.

Cos’è la resina

La resina è un composto organico naturale in forma liquida, costituito da parti bicomponenti. Quando la resina viene mescolata all’indurente, avviene una reazione chimica che lega le molecole della resina formando una sostanza plastica solida e durevole.

La resina può essere modellata in varie forme e viene utilizzata in molti progetti fai-da-te o artigianali, ma anche in ambiti commerciale ed industriale. La parola “resina” si riferisce a un’ampia gamma di composti sia naturali che manifatturieri. Ai fini di questa discussione, ci concentreremo sui tipi di sostanze simili alla plastica e molto versatili, ai più noti come resine epossidiche e poliestere.

La resina epossidica è un materiale liquido che che si ottiene attraverso due composti separati, la resina e un indurente, i quali devono essere miscelati affinché si avvii il processo di indurimento e si produca quella che diventerà una sostanza solida simile alla plastica.

Le resine poliestere si presentano, invece, come una singola sostanza che si indurisce con l’applicazione di un catalizzatore chimico o sotto la luce UV.

Caratteristiche della resina

Non tutte le resine sono uguali. Possono esserci notevoli differenze nella lavorazione dei diversi tipi di resina. Puoi scegliere tra:

  • resina epossidica;
  • resina poliestere;
  • resina UV.

La resina epossidica ha una superficie cristallina ed è quindi ideale per la produzione di gioielli e accessori.
La resina poliestere si asciuga molto rapidamente ed è anche estremamente robusta. Pertanto, questo tipo di resina viene utilizzata in settori differenti dalla gioielleria e bigiotteria, come ad esempio per la costruzione di barche.

La resina UV può essere una buona alternativa alla resina epossidica in quanto non deve essere miscelata con un altro componente e polimerizza in pochi minuti sotto la luce UV attraverso una lampada speciale. Tuttavia, possono essere colati solo strati relativamente sottili.

Come pulire i gioielli in resina

Esistono diversi tipi di resine utilizzate per i gioielli. Dunque, non puoi trattarle tutte allo stesso modo. Alcune resine sono molto dure e possono essere lucidate e modellate con il Dremel. Altre resine sono estremamente morbide e con strumenti del genere verrebbero irrimediabilmente danneggiate.

I gioielli in resina, specie quelli di migliore qualità, sono realizzati con una resina epossidica, sono resistenti all’usura e ai graffi e presentano una superficie estremamente lucida.

Se ti prendi cura con costanza dei tuoi gioielli in resina, non dovresti aver bisogno di lucidarli molto spesso. Ma se li indossi spesso, li esponi all’aperto o non li conservi correttamente, di tanto in tanto potrebbe essere necessario lucidarli.

Puoi preservare lo stato di salute dei tuoi accessori in resina sviluppando alcune semplici abitudini, come ad esempio:

  • Limita la frequenza con cui indossi i gioielli nonché l’esposizione alla luce solare UV;
  • Mantieni la resina completamente asciutta. Evitare la doccia, il bagno, il nuoto e tutti quegli ambienti ad alta umidità.
  • Fai attenzione a dove e come conservi ed esponi i tuoi gioielli in resina. Consigliamo l’utilizzo di sacchetti o scatole ermetiche scure.
  • Evita di usare prodotti chimici o oli mentre indossi i gioielli.

Come lucidare la resina

Per lucidare la resina, hai bisogno di una piccola quantità di acqua leggermente saponata (può andare bene anche un detersivo per piatti delicato) e un panno morbido.

Se il tuo bijoux o gioiello contiene oro o argento ed il metallo è andato incontro ad ossidazione, allora avrai bisogno di un panno leggermente più abrasivo, come uno strofinaccio.

Quando si procede a lucidare un gioiello in resina è importante avere tanta pazienza in quanto la lucidatura va condotta in maniera lenta e delicata. Ecco i passaggi da seguire:

  1. Inumidisci il panno morbido con l’acqua saponata e pulisci delicatamente eventuali detriti o polvere dal bijoux. Ricordati di non immergere mai i tuoi accessori, anche se hai notato la presenza di qualche residuo difficile da rimuovere;
  2. Se i tuoi gioielli si sono ossidati, inizia bagnando leggermente lo strofinaccio e strofina il metallo. Importante! Non lasciare che il panno abrasivo sfreghi sulla resina epossidica. Ciò potrebbe graffiare o danneggiare permanentemente l’accessorio.
  3. Usando il panno più morbido inumidito con l’acqua saponata, lucidare delicatamente e lentamente la resina. Ricorda! L’attrito crea calore e il calore può essere dannoso per la resina. Assicurati di lucidare lentamente.
  4. Asciuga delicatamente i tuoi gioielli in resina con un panno morbido, pulito e asciutto.

I tuoi gioielli in resina saranno come nuovi. Seguendo i nostri consigli riuscirai a garantire lunga vita ai tuoi accessori.

Scopri la nostra collezione di collane, anelli, bracciali ed orecchini in resina, realizzati a mano ed ispirati al cammeo.

Leggi anche: storia del cammeo.

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on pinterest
Pinterest

Leggi gli altri articoli

SCOPRI I NOSTRI GIOIELLI ARTIGIANALI